Casa Amici del Bosco - Sito ufficiale

Crespi D'Adda 

Crespi D'Adda, al momento della sua costruzione, prevedeva di affiancare agli stabilimenti, similmente a quanto già accadeva nell'Inghilterra della rivoluzione industriale, un vero e proprio villaggio che ospitasse gli operai della fabbrica e le loro famiglie. 
Fu dotato di ogni struttura necessaria: oltre alle casedelle famiglie degli operai (complete di giardino ed orto) e alle ville per i dirigenti (che vennero costruite in seguito), il villaggio era dotato di chiesa , scuola, cimitero, ospedale, campo sportivo, teatro, stazione dei pompieri e di altre strutture necessarie alla comunità.
L'Unesco ha accolto Crespi d'Adda nella Lista del Patrimonio Mondiale Protetto in quanto "Esempio eccezionale del fenomeno dei villaggi operai, il più completo e meglio conservato del Sud Europa".